Speaker


 

Anna Masera

Anna Masera

Anna Masera è Public Editor a La Stampa a Torino (dove è caporedattore ed è stata già social media editor e web editor dalla fine del 1999).  Dal 2016 è direttrice del Master in Giornalismo all’Università di Torino. È stata per due anni capo ufficio stampa alla Camera dei deputati, nel 2014 e 2015 in aspettativa da La Stampa, con l’incarico di digitalizzare la comunicazione. È nel Board of Trustees del Centro Nexa su Internet e Società al Politecnico di Torino. È laureata a Yale in storia, con un Master in giornalismo alla Columbia University.

Sergio Splendore

Sergio Splendore

Sergio Splendore è Ricercatore presso l’Università degli Studi di Milano dove insegna Communication Research e Sociologia della Comunicazione. I suoi interessi di ricerca includono gli studi sul giornalismo e la comunicazione politica. Su questi temi ha pubblicato diversi saggi in riviste quali Journalism, International Journal of Public Opinion Research, New Media & Society, Journalism Practice, Sociology Compass. Le sue attuali ricerche si focalizzano sulla professione giornalistica, sul giornalismo digitale e il data journalism. È redattore della rivista “Problemi dell’Informazione” edita da Il Mulino e fa parte del network di ricerca The Worlds of Journalism Study network. Ha recentemetne pubblicato per Carocci il libro Giornalismo ibrido. Come cambia la cultura giornalistica italiana (2017).

Elisabetta Tola

Elisabetta Tola

Giornalista e comunicatrice scientifica, Elisabetta Tola è fondatrice dell’agenzia di comunicazione scientifica Formicablu. Da fine 2015 è stata, per due anni, Media Training Specialist per l’Italia in collaborazione con Google News Lab. È autrice di Seedversity.org, progetto crossmediale sull’agrobiodiversità in collaborazione con Radio3Scienza e Wired Italia e supportato dalla Innovation and Development Reporting Grant dello European Journalism Center. Nel 2015 ha portato avanti il progetto di inchiesta SEEDcontrol, sul mercato delle sementi. Docente di Data Journalism, cura i prodotti di Data Journalism di AGI. Insegna Comunicazione Scientifica e Multimedia al Master in Comunicazione della Scienza alla Sissa di Trieste e in altre scuole di giornalismo. È una delle voci di Radio 3 Scienza.

Marco Pratellesi

Marco Pratellesi

Marco Pratellesi è condirettore dell’AGI. Ha lavorato a Paese Sera, La Nazione, La Voce di Indro Montanelli, Corriere della Sera, dove dal 2002 al 2010 è stato responsabile del Corriere.it. È stato direttore editoriale digital a Condé Nast e responsabile del sito de L’Espresso. Nel 1997 ha vinto il Premio Cronista dell’Anno per un’inchiesta sul riciclaggio di denaro sporco. Insegna giornalismo digitale all’Università Lumsa di Roma. Scrive di giornalismo sul suo Mediablog.

Philip di Salvo

Philip di Salvo

Ricercatore e giornalista, Philip di Salvo sta completando un dottorato sul digital whistleblowing presso l’Università della Svizzera italiana (Lugano, Svizzera). Le sue aree di interesse includono il whistleblowing, la sorveglianza, i droni militari e la relazione tra hacking e giornalismo. Scrive di questi temi per Wired, Motherboard e altre testate. È l’editor italiano dell’European Journalism Observatory.

Carola Frediani

Carola Frediani

Carola Frediani, giornalista, nel 2010 ha cofondato l’agenzia Effecinque. Ha scritto di nuove tecnologie, cultura digitale, privacy, e hacking per L’Espresso, Wired, Corriere della Sera, Sky.it, Il Secolo XIX, DailyDot, TechPresident, Motherboard. Dal 2015 lavora per La Stampa, prima come social media editor, attualmente al desk inchieste. Ha scritto Dentro Anonymous. Viaggio nellle legioni dei cyberattivisti (Informant, 2012), Deep web. La rete oltre Google – personaggi, storie e luoghi dell’internet profonda (Quintadicopertina, 2014) ed è stata coautrice di Attacco ai pirati. L’affondamento di Hacking Team: tutti i segreti del datagate italiano (La Stampa – 40k, 2015). Il suo ultimo libro è Guerre di rete (Laterza, 2017).

Nicola Bruno

Nicola Bruno

Nicola Bruno è cofondatore di Effecinque, agenzia giornalistica specializzata in formati digitali innovativi e socio di Dataninja.it, network di data-journalism che si è aggiudicato svariati premi internazionali. Nicola è stato Journalism Fellow presso il Reuters Institute for the Study of Journalism all’Università of Oxford dove ha svolto ricerche sulla verifica delle notizie sui social media e sulla startup giornalistiche europee. Nel 2016 ha co-fondato Factcheckers.it, associazione non profit che promuove attività educative sul tema della verifica dell’informazione per studenti, insegnanti e genitori. È co-autore del libro La Scimmia che Vinse il Pulitzer. Storie, avventure e (buone) notizie dal futuro dell’informazione (Bruno Mondadori, 2011).

Laura Guglielmi

Laura Guglielmi

Laura Guglielmi, giornalista militante, dirige il web magazine mentelocale.it da più di 16 anni. Ha navigato in acque antiche – i quotidiani cartacei – ma si è adeguata con entusiasmo e spirito critico ai new media. Ha lavorato, come redattrice, a “Il Secolo XIX”. Negli anni ha collaborato con Radiorai, “Il manifesto” “Repubblica delle donne” e “Tuttolibri” della “Stampa”. Ha curato la mostra “Dal Fondo dell’opaco io scrivo” su Italo Calvino, che è stata esposta anche alla New York University. Appena può indossa le scarpe da trekking o prende un aereo e, in città, si muove in bicicletta.

Matteo Moretti

Matteo Moretti

Matteo Moretti, ricercatore presso la Libera Università di Bolzano, indaga e sperimenta metodi e pratiche di visual journalism, un filone dell’informazione digitale che unisce data journalism e visual storytelling. Ha co-fondando la piattaforma visualjournalism.unibz.it che contiene i progetti elaborati dai suoi studenti. Il suo progetto La Repubblica popolare di Bolzano è stato premiato con il Data Journalism Award 2015 e con l’European Design Award 2016. EuropaDreaming, il suo lavoro più recente sul sogno Europeo messo in crisi da quello dei migranti, ha vinto l’European Design 2017.

Andrea Dambrosio

Andrea Dambrosio

Andrea Dambrosio è caporedattore digital di SkyTG24. Laureato in Filosofia, ha scritto per quotidiani (“Il Secolo XIX”) e settimanali (“Il Mondo”, “D La Repubblica delle donne”, “Io Donna – Corriere della Sera”). È stato autore di programmi televisivi (“Le invasioni Barbariche”, “Gargantua”) e radiofonici (“Sumo”) e ha lavorato come giornalista a Mondadori Informatica. Vice caposervizio a Panorama.it e caporedattore del magazine “Urban”, ha insegnato Tecniche e linguaggi del giornalismo sul web al Master in giornalismo – Scuola “Walter Tobagi” – Università degli Studi di Milano.

Benedetto Vecchi

Benedetto Vecchi

Benedetto Vecchi è giornalista del quotidiano “il manifesto”, di cui dirige le pagine culturali. Ha pubblicato numerosi saggi sui problemi di Internet in riviste specializzate e ha curato con Zygmunt Bauman il volume Intervista sull’identità (Laterza 2009). Per manifestolibri ha pubblicato La rete dall’utopia al mercato (2015).

Federico Mazzoleni

Federico Mazzoleni

Disegnatore, si occupa di illustrazione e fumetto, web design e grafica. Dal 2013, fa parte dell’Associazione Mirada di Ravenna, punto di riferimento in Italia per il fumetto di realtà e crocevia di disegnatori di tutto il mondo. Nel 2014 ha contribuito a fondare, insieme ad altri tre soci, la cooperativa Pequod, che opera nel campo della comunicazione per immagini e della produzione visiva. È tra i principali ideatori del progetto Graphic News, primo portale nativo digitale di informazione giornalistica interamente realizzata a fumetti, e dal 2015 fa parte della redazione.

Riccardo Saporiti

Riccardo Saporiti

Cresciuto nella cronaca locale varesina, una laurea in filosofia della scienza, nel 2014 si è avvicinato al datajournalism. Scrive per Wired, testata per la quale ha collaborato all’inchiesta “Rifiuti d’Italia” e ha curato “Vaccini d’Italia”. E con il Sole24Ore, lavorando per l’InfoData blog e scrivendo di scienza e tecnologia per Nòva. Nel tempo libero, addetto stampa di realtà culturali. Twitta, non troppo spesso, da @sapomnia.

Raffaele Angius

Raffaele Angius

Raffaele Angius è giornalista e consulente per l’innovazione nei media. Dopo un periodo come freelance in Medio Oriente, si è specializzato nella progettazione di piattaforme per la raccolta di segnalazioni anonime, che utilizza per collaborare con giornali e Ong nello svolgimento di inchieste giornalistiche. In collaborazione con L’Espresso, ha realizzato e gestito la piattaforma RegeniLeaks, strumento volto a raccogliere informazioni sull’omicidio di Giulio Regeni e su altri casi di violazioni dei Diritti Umani in Egitto. Con l’Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights cura l’utilizzo di piattaforme GlobaLeaks e svolge aggiornamenti di sicurezza informatica per giornalisti.

Alessio Cimarelli

Alessio Cimarelli

Data scientist e sviluppatore web di professione, appassionato di fumetto e cinema nel tempo libero. Dopo la laurea in fisica all’Università Sapienza di Roma, Alessio Cimarelli ha conseguito il master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste e ho cominciato a girare l’Italia, tra giornali, uffici stampa e ricerca pura. Co-fondatore di Dataninja e onData, si occupa di innovazione data-driven e machine learning applicato in ambito giornalistico e nel settore no-profit. È membro della comunità Spaghetti Open Data e ormai scrive quasi più in Javascript e Python che in italiano o inglese.

Matteo Azzi

Matteo Azzi

Dopo essersi laureato in Design della Comunicazione presso il Politecnico di Milano, Matteo Azzi ha lavorato come assistente alla ricerca presso DensityDesign Lab. Nel 2015 ha fondato a Milano, insieme Giorgio Uboldi, lo studio di design Calibro dove lavora su progetti data-driven e porta avanti attività di ricerca nel campo della visualizzazione dei dati e del design dell’informazione.